Come diventare socio

Scopri come diventare un Amico della Fenice

Scopri di più

Missione

Cosa facciamo e cosa ci ispira

Scopri di più

Prove generali

Come poter assistere alle prove generali delle opere

Scopri di più

Premio Venezia

Il premio pianistico nazionale organizzato dagli Amici

Scopri di più

Dona il tuo 5 per mille alla Fondazione Amici della Fenice

Da oggi, come già sapete, potete destinare il 5 per mille delle vostre imposte alla Fondazione Amici Della Fenice. Sul vostro modulo di dichiarazione dei redditi, nello spazio dedicato alla scelta del 5 per mille, andrà messa la firma nel primo riquadro, che riguarda il sostegno volontario, e la partita iva della Fondazione: 94063300274, sarebbe un grande aiuto per noi e siate certi che questa vostra donazione verrà oculatamente gestita.

Grazie per la collaborazione, la fiducia; e grazie a chi finora ci ha sempre aiutato.

 

Barbara di Valmarana

 

Screen Shot 2019-04-10 at 3.40.33 PM

Incontro con l’opera Turandot

Siete invitati all’incontro con l’opera “Turandot” di Giacomo Puccini alle ore 18 del 7 maggio presso le sale apollinee del Teatro La FeniceScreen Shot 2019-04-10 at 3.41.35 PM

Incontro con l’opera Don Giovanni

Siete invitati all’incontro con l’opera Don Giovanni il 14 giugno alle ore 18 presso le sale Apollinee del Teatro la FeniceScreen Shot 2019-04-10 at 3.41.16 PMDon

incontro con l’opera AIDA

Siete invitati il 14 maggio alle ore 18 alle sale apollinee del Teatro La Fenice per l’incontro con l’opera “AIDA” di Giuseppe Verdi

 

Screen Shot 2019-04-10 at 3.40.56 PM

Incontro con l’opera “L’Italiana in Algeri” – 19 febbraio

Siamo lieti di invitarvi all’incontro con l’opera “L’Italiana in Algeri” di Gioachino Rossini, il giorno martedì 19 febbraio 2019, alle ore 18, presso le sale apollinee del Teatro la Fenice.

L’incontro sarà tenuto da Giovanni Bietti e saranno invitati anche il direttore Giancarlo Andretta e il regista Bepi Morassi.

20 febbraio ore 20: The elements, Concerto in ricordo di Andrei Sirbu. pianoforte: Alexander Gadjiev

Siete invitati al concerto “The elements” in ricordo di Andrei Sirbu, con al pianoforte Alexander Gadjiev. Il prezzo dei biglietti sarà di soli 10 euro per i soci degli Amici della Fenice

Teatro La Fenice – Sale Apollinee

mercoledì 20 febbraio 2019 ore 20.00

The elements,

Concerto in ricordo di Andrei Sirbu

Johannes Brahms

Intermezzo op. 117 n. 2

Luciano Berio

Wasserklavier

Fryderyk Chopin

Prelude in do diesis minore op. 45

Barcarolle in fa diesis maggiore op. 60

Luciano Berio

Luftklavier

Béla Bartók

Out of Doors sz 81

With Drums and Pipes. Pesante

Barcarolla. Andante

Musettes. Moderato

The Night’s music. Lento

The Chase. Presto


Luciano Berio

Erdenklavier

Franz Schubert / Franz Liszt

Der Wanderer S. 558/11

Auf dem Wasser zu singen S. 558/2

Luciano Berio

Feuerklavier

Sergej Prokof’ev

Sonata n. 6 in la maggiore op. 82

Allegro inquieto

Allegretto

Tempo di valzer, lentissimo

Vivace

pianoforte

Alexander Gadjiev

vincitore della XXX edizione del “Premio Venezia 2013”,
Vincitore della IX “Hamamatsu International Piano Competition 2015”, Vincitore della XIII “Monte-Carlo World Piano”

Locandina

Gli amici della fenice a sostegno della musica contemporanea

Riportiamo qui il messaggio di Fortunato Ortombina su l rapporto tra il Teatro la Fenice, gli Amici della Fenice e la musica contemporanea.
“L’ampliamento, la valorizzazione e la diffusione della musica d’oggi rientrano negli obiettivi propri delle fondazioni lirico-sinfoniche italiane, e in questo La Fenice si è storicamente distinta come una della realtà produttive più sensibili. L’iniziativa Nuova musica alla Fenice avviata nella stagione 2011-2012 grazie al sostegno della Fondazione Amici della Fenice, costituisce uno dei principali strumenti con i quali La Fenice si propone di stimolare e supportare la creatività dei giovani compositori fornendo loro nuove e interessanti opportunità produttive. Il progetto prevede, infatti, la commissione annuale di tre partiture sinfoniche originali da eseguirsi in prima assoluta nell’ambito della stagione sinfonica come parte integrante del programma di alcuni dei concerti.
Composti secondo precise esigenze di organico orchestrale, i nuovi lavori consentono di integrare l’esperienza della Fondazione e del suo complesso orchestrale con la creatività dei giovani compositori, permettendo a questi di condurre il loro percorso di ricerca in un confronto effettivo con i luoghi deputati della musica, e alla Fondazione di ampliare e diversificare il suo repertorio. La Fondazione cura inoltre l’edizione dei lavori commissionati, creando così un nuovo repertorio musicale che rimarrà di sua proprietà.
«Ci muoviamo con l’intenzione di poter contare, all’interno di ogni inedita stagione sinfonica, su una o più prime assolute, ossia su brani di musica nuova commissionati ad alcuni compositori espressamente per il cartellone in corso. Per quel che concerne la musica contemporanea, ci si è indirizzati con passione verso questo tipo di repertorio soprattutto nell’ambito del teatro musicale: penso al Killer di parole di Claudio Ambrosini, a Intolleranza 1960 di Luigi Nono, o ancora alla Lou Salomé, che ha inaugurato la Stagione 2012/2013. Concentrandomi sul versante della musica sinfonica, il nostro Teatro ha voluto che all’interno delle stagioni concertistiche venissero proposti alcuni brani di giovani compositori, non ancora arrivati alla grande ribalta, traguardo che si raggiunge solitamente anche grazie al fatto di avere alle spalle un editore di buon calibro che si occupi degli aspetti legati alla promozione”.
Fortunato OrtombinaSovrintendente e Direttore artistico

Incontro con il balletto “Romeo e Giulietta” di Sergey Prokofiev, 11 dicembre 2018

Siamo lieti di invitarvi all’incontro con il balletto “Romeo e Giulietta” di Sergey Prokofiev, il giorno lunedì 11 dicembre 2018, alle ore 18 presso le sale apollinee del Teatro la Fenice.

L’incontro sarà tenuto da Silvia Poletti con proiezioni e saranno invitati anche il direttore Nicolas Brochot e il coreografo Jean-Christophe Maillot.

Le informazioni su questa produzione di Romeo e Giulietta sono disponibili a questo link.

Per partecipare all’incontro basta presentare l’invito presente qui sotto

 

balletto

Incontro con l’opera “Macbeth” di Giuseppe Verdi | 15 novembre 2018, ore 18

Siamo lieti di invitarvi alla presentazione dell’opera “Macbeth” di Giuseppe Verdi, il giorno lunedì 15 novembre 2018, alle ore 18 presso le sale apollinee del Teatro la Fenice.

L’incontro sarà tenuto da Giorgio Pestelli e saranno invitati anche il direttore Myung-Whun Chung e il regista Damiano Michieletto.

Le informazioni su questa produzione di Macbeth sono disponibili a questo link.

Per partecipare all’incontro basta presentare l’invito presente qui sotto

 

macbeth

Successo a Mumbai per Francesco Granata (Premio Venezia 2017)

francesco granata mumbai

Ha riscosso un grande successo la performance del pianista Francesco Granata, vincitore del Premio Venezia 2017, al National Centre for the Performing Arts di Mumbai. Il concerto, che si è svolto lo scorso 21 ottobre, offerto da Shamina Talyarkhan per la Mehli Metha Foundation, rientrava nel numero delle esibizioni offerte dalla Fondazione Amici della Fenice per il primo classificato, che ha quindi potuto proporre le sue interpretazioni di pagine di Debussy, Chopin e Musorgskij al pubblico della prestigiosa sala da musica della città indiana.

Questo importante concerto fa da preludio alla nuova edizione – la trentasettesima – del Premio Venezia, che si svolgerà quest’anno dall’1 al 6 dicembre 2018. Promosso dalla Fondazione Amici della Fenice in collaborazione con la Fondazione Teatro La Fenice, e ormai giunto alla sua trentacinquesima edizione, il Premio Venezia è tra i concorsi pianistici nazionali più prestigiosi, annoverando nel suo albo dei vincitori musicisti divenuti oggi tra i più importanti del panorama attuale, quali Maurizio Baglini, Andrea Bacchetti, Giuseppe Albanese e Leonora Armellini, solo per citarne alcuni.

Grazie al contributo di numerosi sponsor, il Premio Venezia si distingue inoltre per la ricchezza dei riconoscimenti economici, e non solo, assegnati ai vincitori: il primo classificato e i finalisti ricevono infatti borse di studio e premi in denaro per un ammontare di oltre 90.000 euro, nonché la possibilità di tenere numerosi concerti in Italia e all’estero.

Il concorso è riservato ogni anno ai pianisti di età non superiore ai 24 anni, di ogni nazionalità, diplomati nell’anno accademico precedente con il massimo dei voti (10, vecchio ordinamento, oppure da 105 a 110 diploma accademico I livello) nei conservatori di musica o negli istituti musicali pareggiati di tutta Italia.